Vicolo del centro storico
L'altura vulcanica su cui sorge Barbarano Romano è stata probabilmente sede in età preistorica di un villaggio dell'età del Bronzo, come attestano i numerosi reperti individuati ai piedi dell'acrocoro. Notizie di un insediamento stabile si hanno però solo con il Medioevo. Fece parte del Ducato romano e nel secolo VIII divenne possesso della Chiesa. Feudo degli Anguillara nel secolo XIV, passò poi agli Orsini e infine ai Borgia nel secolo XV.

Il paese costituisce uno splendido esempio di borgo medievale a spina di pesce, con una strada principale centrale fiancheggiata da due parallele secondarie, allungato sul cuneo fra due gole e chiuso, nell'unico tratto non difeso naturalmente, da mura databili al secolo XIV, completate verso la fine del XV secolo, con torri quadrilatere e circolari.
Il paese consta di un primo nucleo risalente al X secolo, con case di varie epoche, dal XIII al XVII: dal XIII il borgo si espanse raggiungendo la conformazione attuale.
Il caratteristico paese, al centro di un'area protetta regionale, il Parco Marturanum, è celebre per le numerose necropoli etrusche della zona.


Porta Romana

Sono stati effettuati molti scavi locali, tra cui quelli effettuati nella necropoli di San Giuliano. Le tombe risalgono al VI-V secolo a.C., periodo di massimo splendore prima della crisi economica e politica conseguente al declino delle vicine città di Vejo e Cerveteri da cui il villaggio dipendeva. Per la varietà dei tipi architettonici, i sepolcreti di San Giuliano costituiscono un caposaldo per lo studio dell'arte funeraria etrusca. Notevoli la tomba Costa, con soffitto riccamente scolpito, la tomba Cima,
la tomba Rosi, la tomba del Cervo e l'imponente tomba della Regina.


Località Pescatore 1, 01012 Capranica Scalo – Viterbo | info@casaledellanocerqua.it - Tel. 0761669774 - 3283517752